Nasce l’Ambulatorio di riferimento esperto per la malattia di Parkinson e i disturbi del movimento della Casa di Cura Fondazione Gaetano e Piera Borghi

Nasce l’Ambulatorio di riferimento di secondo livello per la malattia di Parkinson e i disturbi del movimento della Casa di Cura Fondazione Gaetano e Piera Borghi che si affianca alla già esistente Unità di Riabilitazione Intensiva Multidisciplinare dedicata al Parkinson. La nascita di un Ambulatorio dedicato rappresenta un’iniziativa fortemente voluta per dare risposta ad un bisogno crescente nei confronti di una patologia in rapido aumento. La malattia di Parkinson è la seconda patologia neurodegenerativa più comune dopo la malattia di Alzheimer. E’ una malattia cronico-progressiva che può provocare una significativa disabilità motoria. La prevalenza è di circa 0,3% nella popolazione generale e circa l’1% nei soggetti di età superiore ai 60 anni. Colpisce in Italia circa 250.000 persone, numero destinato a raddoppiare nei prossimi 15 anni dal momento che ogni anno si registrano circa 6.000 nuovi casi, con un’incidenza da 1,5 a 2 volte maggiore negli uomini rispetto alle donne. Si calcola che in Provincia di Varese vi siano 3000-3500 pazienti e che questo numero sia destinato ad aumentare nei prossimi anni a causa dell’aumento della spettanza di vita media. La malattia è infatti più frequente in età avanzata, ma esiste anche una significativa incidenza di casi ad esordio precoce e, più raramente, giovanile con molti pazienti ancora in età lavorativa.

L’Ambulatorio, che svolge la propria attività in convenzione con il SSN, sarà gestito dal Dott. Giulio Riboldazzi, dalla Dott.ssa Cristina Pianezzola e dalla Dott.ssa Stefania Lanfranchi, Neurologi esperti nella malattia di Parkinson e parkinsonismi e fornisce prestazioni che vanno dalla diagnosi fino alle gestione delle terapie più avanzate (Stimolazione Cerebrale Profonda, infusione intestinale di levodopa/carbidopa tramite PEG) ed estende le proprie competenze all’intero ambito dei disturbi del movimento (parkinsonismi atipici, tremori, distonie, atassie e coree).

Data la complessità della malattia di Parkinson, che durante la sua progressione porta all’insorgenza di numerosi sintomi motori e non-motori, l’Ambulatorio Parkinson ha inoltre il compito di ottimizzare il percorso diagnostico-terapeutico-riabilitativo multidisciplinare dei pazienti all’interno della Casa di Cura, avvalendosi di protocolli specifici e dell’interazione con altre unità per la diagnosi (Radiologia, Medicina Interna, Geriatria, Neuropsicologia, Laboratorio Analisi) ed il trattamento (Medicina Fisica e Riabilitazione, Dietetica e Nutrizione Clinica, Otorinolaringoiatria – Logopedia).

L’Ambulatorio ha inoltre l’obiettivo di sviluppare un funzionamento a rete con il territorio fino al domicilio dei pazienti e si propone pertanto come riferimento per l’attuazione di percorsi diagnostico-terapeutici-riabilitativi anche in ambito territoriale.

Un ultimo ma ancora più importante aspetto sarà l’interazione con le Associazioni dei pazienti, sempre più impegnate in prima linea nella gestione della malattia.

Per informazioni o prenotazioni:

Mail: prenotazioni@fondazionegaetanopieraborghi.it

Telefono + 39 0332 1720020