Ricovero

La Casa di Cura “ Fondazione Gaetano e Piera Borghi“ è un istituto clinico privato accreditato e a contratto con il S.S.N.
Ha un indirizzo riabilitativo-neurologico, generale geriatrico e di mantenimento, integrato dalla presenza di posti letto per attività di cure sub-acute, e di medicina generale.

Dipartimento di Riabilitazione

Il Dipartimento di Riabilitazione è costituito dall’Unità operativa Riabilitazione Specialistica Neuromotoria e dall’Unità Operativa Riabilitazione Generale e Geriatrica e di Mantenimento.

casa di cura Fondazione Borghi

image-divider

Riabilitazione Specialistica (Neuromotoria e Parkinson)

La Riabilitazione Neuromotoria si occupa in particolare di pazienti colpiti da ictus cerebrale, da pazienti affetti da malattie cerebrali degenerative (sclerosi multipla, Morbo di Parkinson, ecc…) di pazienti in stato di coma e di pazienti affetti da problematiche ortopediche (fratture femore, artroprotesi anca e ginocchio, ecc).
Nell’unità operativa di Riabilitazione Neuromotoria, il trattamento riabilitativo è mirato al recupero clinico, psicologico e sociale con un percorso che vede coinvolte diverse figure professionali quali: Specialisti Fisiatri, Neurologi, Internisti, Neuropsicologi, Logopedisti e Terapisti della riabilitazione, dando corpo ad un progetto riabilitativo personalizzato che si evolve nel tempo, anche attraverso l’utilizzo di avanzati strumenti di valutazione come il Laboratorio di analisi del movimento.

casa di cura Fondazione Borghi

Malattia di Parkinson

E’ operativa inoltre una unità di riabilitazione ad alta specializzazione per malati di Parkinson.

La Malattia di Parkinson rappresenta una delle più frequenti patologie degenerative del Sistema Nervoso Centrale e colpisce in Italia oltre 300.000 persone aumentando di incidenza con l’aumentare dell’età.

La terapia farmacologica ha modificato l’aspettativa di vita dei pazienti affetti da Malattia di Parkinson rendendola sovrapponibile a quella dei soggetti sani. Purtroppo, alcuni dei sintomi più importanti ed invalidanti della malattia, quali ad esempio i disturbi del cammino e dell’equilibrio, non rispondono al trattamento farmacologico e abbassano notevolmente il livello di qualità di vita dei pazienti. La riabilitazione in questi anni ha offerto nuove prospettive e trattamenti, quali l’uso dei cues, cioè di stimoli sensoriali uditi, visivi e propriocettivi  e del treadmill, che hanno permesso di migliorare i disturbi del cammino e dell’equilibrio con conseguente miglioramento della condizione di vita dei malati.

Numerosi studi scientifici hanno  dimostrato come un tale trattamento intensivo possa rallentare l’evoluzione della malattia e delle sue complicanze e permettere di ridurre, nel tempo, l’incremento del dosaggio dei farmaci antiparkinsoniani con indubbi benefici per il malato e la sua autonomia personale nella vita di tutti i giorni.

L’obiettivo della Casa di Cura Fondazione Gaetano e Piera Borghi è quella di rendere disponibile al maggior numero possibile di pazienti affetti da Malattia di Parkinson i benefici di un percorso riabilitativo multidisciplinare ad alta complessità che utilizzi quelle che sono le tecniche scientificamente più validate e moderne.